La protesta edonistica dei sapeurs

12-gentlemen

La debordante energia che sprigiona dal continente africano trova una delle sue espressioni più vistose, contraddittorie e sorprendenti nel movimento dei “sapeurs”. I sapeurs sono coloro che aderiscono alla SAPE, ovvero  “Société des Ambianceurs et des Personnes Élégantes” (La società delle persone creatrici di atmosfera ed eleganti). E’ un movimento, o una tendenza, sociale e di costume di dandies fuori dagli schemi e provocatori. Le sue origini risalgono agli anni ’20 del XX secolo, a Brazzaville. Il movimento si è poi diffuso sull’altra sponda del fiume Congo, a Kinshasa, anche come eccentrica forma di protesta verso il dittatore Mobutu, che imponeva il rifiuto degli abiti occidentali in nome del ritorno a una forzata “autenticità” congolese. Il noto cantante Papa Wemba è stato un forte sostenitore dei sapeurs, tanto per far capire che non si tratta di un fenomeno marginale o legato alla futilità. Una mostra fotografica dello scomparso Daniele Tamagni, che si inaugura il 19 dicembre a Milano (all’Urban Center – Galleria Vittorio Emanuele II), è dedicata a questo fenomeno. La mostra è intitolata “Gentlemen of Bacongo”, ed è a cura di Eleonora Fiorani e Gigliola Foschi.

La foto di Daniele Tamagni si intitola “W la SAPE” (Brazzaville 2008), ed è stata messa a disposizione di chi ha organizzato la mostra

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...