L’educazione coloniale

armamenti fascisti

Fare o ri-fare gli italiani è stata una costante apprensione di chi ha governato il nostro Paese dall’unità in poi. Un picco in questo tentativo è rappresentato dall’educazione coloniale al tempo del fascismo. Come sottolinea Massimiliano Vino, buona parte della propaganda, e dell’educazione scolastica, di regime era centrata sull’idea che “Essere italiani doveva significare essere anche imperialisti. Ed essere imperialisti significava sentirsi parte di una razza superiore.” Tutto questo si è ampiamente riverberato sul rapporto tra gli italiani e i popoli africani che si sono trovati a sopportarne e a combatterne la presenza. Solo per limitarsi all’educazione dei bambini e ragazzi, mentre i libri scolastici erano del tutto improntati all’esaltazione dello spirito coloniale, anche le attività nel tempo libero non erano esenti dal tentativo di forgiare una mente “imperiale”. Sempre Vino sottolinea che “i bambini vennero spinti ad immaginarsi costantemente come gli eredi di un popolo di conquistatori e civilizzatori, mediante giochi da tavolo di ambientazione coloniale, copertine esotiche stampate sui loro quaderni, figurine e testi pensati dal regime per questo scopo. Un esempio paradigmatico fu Le colonie italiane. Libro per i ragazzi, dato alle stampe già nel 1931. Il fine centrale di questo periodico era quello di sottolineare il carattere asimmetrico del rapporto tra italiani e africani: l’italiano viene raffigurato mentre prende per mano gli africani, aiutandoli nel processo di civilizzazione.” Bisogna dire che rappresentazioni come queste spesso scompaiono al venir meno degli attori politici, economici e sociali che le hanno propagate, e così in parte è stato. Ma quel che rimane è sotto gli occhi di tutti, e nell’immaginario collettivo più di quanto si pensi.

Il disegno è riportato da: https://gabriellagiudici.it/hans-jurgen-schlamp-il-culto-di-mussolini-in-italia-2/

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...