L’antica fantascienza africana

Ikire-Lagos-3b44-490b9

La fantascienza in Africa ha le radici ancestrali dei suoi miti, e l’apertura dinamica delle  sue odierne società. Nnedi Okorafor, Sarah Lotz, Tendai Huchu, Cristy Zinn, Ashley Jacobs, Nick Wood, Tade Thompson, S.A. Partridge, Chinelo Onwualu, Uko Bendi Udo, Dave de Burgh, Biram Mboob, Sally-Ann Murray, Mandisi Nkomo, Liam Kruger, Chiagozie Fred Nwonwu, Joan De La Haye, Mia Arderne, Rafeeat Aliyu, Martin Stokes, Clifton Gachagua, Efe Okogu. Tutti scrittori che hanno contribuito all’antologia “AfroSF: Science Fiction by African Writers” del 2013. La scena varia: dai riti di iniziazione ai viaggi interstellari. Ma i romanzi degli autori africani riferibili a questo “genere” (a dire il vero molto variegato) mostrano spesso una Terra in pericolo, e ambienti urbani o rurali inquinati e devastati da predoni di ogni tipo. Storie da seguire con attenzione, perché parlano di noi tutti, e dell’unica barca in cui, insieme, volenti o nolenti, vaghiamo nel cosmo.

Nell’immagine: Victoria Island [Lagos 2081 A.D.] di Olaleken Jeyifous.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...