Omosessualità e diritti in Camerun

Kenmogne

“Il vero problema dell’omosessualità nel nostro Paese è un problema di ignoranza”, ha affermato tempo fa il pastore Jean-Blaise Kenmogne, rettore dell’Università Evangelica del Camerun e direttore della ONG “Cercle International pour la promotion de la création”. Si tratta, afferma Kenmogne, di ignoranza della complessità della sessualità umana,  ignoranza delle configurazioni culturali e delle scelte in materia sessuale, ignoranza delle profonde trasformazioni che gli incontri tra culture e civiltà hanno indotto nel corso della storia circa la visione della sessualità, ignoranza della libertà radicale dell’essere umano per quanto riguarda le sue opzioni intime. Ho incontrato il pastore Kenmogne a Roma qualche giorno fa, a un convegno del progetto STARBIOS2 sulla ricerca e innovazione responsabile in Africa. Paladino dei diritti umani e studioso nel campo dell’etica, Kenmogne ha dedicato, tra l’altro, vari scritti ai diritti degli omosessuali. Tra questi, “Homosexualité, Eglise et Droits de l’Homme” (ed. Ceros 2012).

La foto del pastore Jean-Blaise Kenmogne è tratta da: http://www.afroleadership.org

 

La caccia ai Gay in Gambia

Il Gambia è uno dei Paesi africani in cui i gay sono apertamente e “legalmente” perseguitati. Qui  e qui si possono trovare alcuni approfondimenti. Il presidente gambiano Yahya Jammeh, tempo fa, ha così ammonito coloro che potrebbero criticare l’operato del suo governo in questo campo: “Si vous pensez que vous pouvez collaborer avec les prétendues organisations des Droits de l’homme et vous en sortir comme ça, vous devez vivre dans un monde de rêve. Je vais vous tuer et rien d’autre ne va se passer.” Uno dei tanti pezzi di Africa che non vorremmo più vedere.

La veduta di Banjul è tratta da: http://viaggi.leonardo.it